ACQUA DI COLONIA

FROSINI TIMPANO

ACQUA DI COLONIA

GIOVEDI 21 dicembre 2017 h 20.30 Teatro Morelli

testo, regia, interpretazione elvira frosini e daniele timpano
consulenza igiaba scego
voce del bambino unicef sandro lombardi
aiuto regia e drammaturgia francesca blancato
scene e costumi alessandra muschella e daniela de blasio disegno
luci omar scala
progetto grafico valentina pastorino
produzione / romaeuropa festival, teatro della tosse, accademia degli artefatti
con il sostegno di armunia festival inequilibrio si ringrazia c.r.a.f.t. centro ricerca arte formazione teatro
Acqua di Colonia (100')*
Il colonialismo italiano. Una storia rimossa e negata, che dura 60 anni, inizia già nell'Ottocento, ma che nell'immaginario comune si riduce ai 5 anni dell'Impero Fascista. Cose sporche sotto il tappetino, tanto erano altri tempi, non eravamo noi, chi se ne importa. È acqua passata, acqua di colonia, cosa c'entra col presente? Eppure ci è rimasta addosso come carta moschicida, in frasi fatte, luoghi comuni, nel nostro stesso sguardo. Vista dall'Italia, l'Africa è tutta uguale, astratta e misteriosa come la immaginavano nell'Ottocento; Somalia, Libia, Eritrea, Etiopia sono nomi, non paesi reali, e comunque “noi” con “loro” non c'entriamo niente; gli africani stessi sono tutti uguali. E i profughi, i migranti che oggi ci troviamo intorno, sull'autobus, per strada, anche loro sono astratti, immagini, corpi, identità la cui esistenza è irreale: non riusciamo a giustificarli nel nostro presente. Come un vecchio incubo che ritorna, incomprensibile, che ci piomba addosso come un macigno.

FROSINI/TIMPANO Elvira Frosini e Daniele Timpano sono autori, registi e attori della scena contemporanea italiana che dal 2008 condividono un comune percorso artistico. I loro testi portano sulla scena un complesso dispositivo teatrale in cui gli attori-autori sono sempre in dialogo con il pubblico ed in bilico tra l'incarnazione di personaggi, mitologie contemporanee e culturali. Tra i loro lavori: Dux in scatola (2006), finalista ai “Premi Scenario” e “Vertigine” e Reperto#01 (2006) finalista al “Premio VDA” nel 2006. Dal 2008 inizia la loro unione artistica dando vita ad importanti progetti: Sì l'ammore no (2009) finalista al “Premio Dante Cappelletti/Tuttoteatro.com”; Risorgimento pop (scritto con Marco Andreoli, del 2009); Ciao bella (2010); Digerseltz (2012); Aldo morto - tragedia (2012). Dux in scatola, Risorgimento Pop e Aldo morto sono stati tradotti e presentati a Parigi. Lo spettacolo Aldo morto ha vinto il “Premio Rete Critica” 2012. Nel 2013 hanno realizzato con il Teatro dell'Orologio di Roma e Fondazione Romaeuropa il progetto Aldo morto 54 (vincitore del Premio Nico Garrone 2013): 54 giorni di repliche dello spettacolo Aldo morto e 54 giorni di autoreclusione di Daniele Timpano in streaming in una cella ricostruita appositamente in teatro. Nell'autunno 2012 hanno iniziato a lavorare sul nuovo progetto Zombitudine.

Acqua di colonia https://www.youtube.com/watch?v=T5qOKtbt2Zc&t=79s

* Evento finanziato dall’Avviso pubblico per lo Sviluppo e il Consolidamento Del Sistema Delle Residenze Teatrali In Calabria Legge Reg. N. 3 Del 2004 E Art. 45 Del Decreto Mibact Del 1 Luglio 2014