L'incidente - io sono già stato morto

L'incidente - io sono già stato morto

FRANCESCO AIELLO
di e con Francesco Aiello

Domenica 23 Ottobre ore 11.00 
Castello Svevo 
Durata (45')

Ipocondriaco, ansioso, sempre pronto ad autocommiserarsi, Francesco non riesce e non vuole a ogni costo fare le analisi del sangue perché non vuole sapere niente del suo stato di salute, preferirebbe semplicemente ignorarlo. Le sue paure nascono da un incidente nel quale è rimasto coinvolto da ragazzino e che l'ha costretto a subire un lungo intervento chirurgico, episodio di cui non riesce a parlare neanche alla sua ragazza, Marta. All'ennesima richiesta di lei e del fratello Lele di superare i suoi timori e di andare a fare le analisi, Francesco si rifiuta e da lì inizia a rivivere (in alcuni casi, forse, a immaginare) i ricordi che lo legano al suo passato e all'incidente.

Francesco Aiello inizia il suo percorso teatrale durante gli anni dell'Università con la compagnia Libero Teatro, prendendo parte a molti degli spettacoli messi in scena dal regista Max Mazzotta. Nel 2013 ha la possibilità di essere diretto dal Eimuntas Nekrošius nel laboratorio/spettacolo Vita di Galileo di Brecht, andato in scena al teatro Olimpico di Vicenza. Firma anche alcune regie: Spari e dispari e La lezione di tennis scritti entrambi da Ciro Lenti e diretti a quattro mani con Paolo Mauro. Nel 2015 mette in scena un suo testo: Marcia, mangia e muori, storia di un soldato sul fronte della Prima Guerra Mondiale, pensato per gli studenti delle scuole superiori in occasione della ricorrenza dell'entrata in guerra dell'Italia. Per il cinema lavora in Fiabeschi torna a casa di Max Mazzotta, Scale model di Fabrizio Nucci e Nicola Rovito. Recita in diversi cortometraggi tra i quali ricordiamo Ecco sorride di Andrea Belcastro grazie al quale vince il premio per miglior attore al concorso Brevi d'autore di Montalto Uffugo.