About

Si chiama MORE ed è davvero di più!

Il More, la stagione del Teatro Morelli dedicata alla scena contemporanea, ideata e diretta da Scena Verticale in partenariato con il Comune di Cosenza, il MiBACT e la Regione Calabria, ritorna in Città con la nuova programmazione. Punto di riferimento per la scena teatrale di Cosenza, il Progetto More è letteralmente “qualcosa di più”: la compagnia di Castrovillari, da sempre attenta ai nuovi linguaggi e agli artisti emergenti, propone un ampio cartellone dedicato non solo al teatro ma anche alla musica e alle attività formative. In piena coincidenza con gli obiettivi previsti nell’Intesa tra il MIBACT e la Regione Calabria, il progetto prevede, da una parte, il sostegno agli artisti emergenti ed under 35 e, dall’altra, la programmazione di alcuni tra gli esponenti di spicco della scena contemporanea italiana ed europea.

Otto gli spettacoli in programmazione che saranno affiancati da un articolato progetto di formazione del pubblico, realizzato, come di consueto, in collaborazione con il DAMS dell’Università della Calabria, con il quale sono in fase di programmazione altre attività. Un vero e proprio audience development che mira ad accompagnare gli spettatori all’interno dei linguaggi e delle poetiche degli artisti coinvolti e a sperimentare nuove metodologie di partecipazione e di relazione con la comunità e il territorio.

Novità di questa stagione è un importante progetto internazionale nato grazie alla collaborazione con Fabulamundi. Playwriting Europe: progetto di cooperazione transnazionale su larga scala, vincitore della call Europa Creativa, che coinvolge 10 paesi europei. All’interno di questa collaborazione, il More realizzerà la co-produzione di tre spettacoli internazionali a partire dai testi di tre autori stranieri (al momento in fase di selezione); saranno attivate tre residenze durante le quali gli autori selezionati lavoreranno insieme ad artisti calabresi per giungere, dapprima, a delle mise en espace dei testi nel mese di marzo e, successivamente, al debutto degli spettacoli completi durante la 19° edizione del festival Primavera dei Teatri a fine maggio.